Home Notizie di Calcio e Calciatori Calcioscommesse: spuntano altre gare di A sospette. Santoni intanto fa i nomi...

Calcioscommesse: spuntano altre gare di A sospette. Santoni intanto fa i nomi di tre azzurri

Calcioscommesse. Arrivano delle nuove indiscrezioni sullo scandalo del calcioscommesse, e non sembrano proprio delle semplici boutade gettate lì per caso. Carlo Gervasoni è stato interrogato ieri dalla Procura di Cremona, ed avrebbe elencato le diverse partite che l’organizzazione avrebbe truccato nel corso di questi anni. Dalle sue parole sarebbe emerso che le combine non venivano effettuate solamente nei campionati minori, ma anche in Serie A. Da un’intercettazione effettuata il 30 settembre su Nicola Santoni sarebbe emerso invece che anche Buffon, Cannavaro e Gattuso facessero delle pesanti scommesse. Questa intercettazione è stata depositata negli atti dell’indagine, ma non ha trovato alcun riscontro da parte degli investigatori.

Gervasoni interrogato per 6 ore – Carlo Gervasoni è stato tenuto sotto torchio in Procura per 6 lunghe ore. Il Piazzista delle partite avrebbe elencato le decine di partite in cui ci sarebbero state le presunte combine, ed avrebbe parlato anche tre di match di Serie A. Le gare in questione sarebbero Palermo-Bari 2-1, Lazio-Genoa 4-2 e Lecce-Lazio 2-4 dello scorso campionato. Gervasoni avrebbe detto che i referenti erano spesso giocatori appartenenti alle squadre in cui si sarebbe dovuta perfezionare la scommessa richiesta dall’organizzazione. Nei prossimi giorni i calciatori indicati dal giocatore del Piacenza potrebbero sfilare in Procura, per dire la propria sui fatti in questione.

L’intercettazione di Santoni – Ad aver scosso l’ambiente calcistico non sono state solo queste novità, ma anche l’intercettazione ambientale del 30 settembre fatta a Santoni. L’ex-preparatore dei portieri del Ravenna si troverebbe in macchina con un amico, e si lascerebbe sfuggire questo pensiero: “Buffon gioca 100-200mila euro al mese. Lui, Gattuso e Cannavaro… sono proprio malati”. Un pensiero che Buffon e Gattuso hanno preferito non commentare, e che Cannavaro ha liquidato con una battuta (“Mai comprato neanche un gratta e vinci”, ndr). Sempre in quella intercettazione Santoni parla dell’amico Doni, dicendo che non verrà abbandonato dall’Atalanta, perché nelle presunte combine sarebbe stato coinvolto anche il club.

Simone Lo Iacono