Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica L’ultima della Lega: Boicottiamo il discorso di Napolitano

L’ultima della Lega: Boicottiamo il discorso di Napolitano

Chissà cosa ne penserà il gotha nazionale del Carroccio della provocazione ospitata dall’europarlamentare padana Mara Bizzotto sulla bacheca del suo profilo facebook? La padana ha, infatti, accolto l’invito inviatole da una militante leghista a boicottare il discorso tradizionalmente pronunciato dal presidente della Repubblica l’ultimo giorno dell’anno. “Non ci trovo niente di strano – ha commentato Bizzotto – Napolitano è stato il vero regista della crisi”.

Le bugie di Napolitano – “Boicotta il discorso del 31 dicembre, basta ascoltare bugie“: così sta scritto sulla bacheca dell’europarlamentare della Lega, Mara Bizzotto. Un post asciutto ma pregno di significato perché imbibito di quello scarso senso della nazionalità di cui i padani hanno fatto un totem ormai intoccabile.

Il regista della crisi – “Non ci trovo nulla di strano – ha spiegato ieri all’Ansa la Bizzotto – Io personalmente non lo ascolterò Napolitano e so che così faranno molti altri. Appelli simili ne girano tanti in questi giorni sui social network. Il boicottaggio è condivisibile – ha aggiunto – perché Napolitano è stato il vero regista della crisi che ha mandato a casa il governo Berlusconi e l’ha sostituito con un uomo, Mario Monti, non scelto dagli italiani. Un consulente di quelle stesse banche – ha rincarato la leghista – che la crisi l’hanno generata”.

No alla lezioncina del comunista – Quindi la categorica conclusione: “Almeno la sera del 31 dicembre – ha tagliato corto l’europarlamentare – non ho nessuna voglia di sentirmi la lezioncina di morale impartita dal comunista Napolitano”. Un appello partito “dal basso” che potrebbe coinvolgere e convincere molti big del partito.

Maria Saporito