Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Corea del Nord, Kim Jong-un nuova guida suprema: Ha l’intelligenza del padre

Corea del Nord, Kim Jong-un nuova guida suprema: Ha l’intelligenza del padre

Sepolto il passato ma soltanto fisicamente, perché la promessa di far vivere nel presente l’esempio e il ricordo di ciò che è stato, in Corea del Nord, è il miglior – unico? – viatico per poter approcciare il futuro, a Pyongyang è giunto il momento del passaggio di consegne ufficiale.
All’indomani della celebrazione dei funerali di Kim Jong-Il, il Caro leader deceduto tredici giorni fa, Kim Jong-un, l’erede designato già nel 2010, è stato nominato nuova guida politica del paese asiatico.
In una cerimonia a cui hanno partecipato pià di un milione di persone, Kim Jong-un, ad appena ventotto anni, riceve così il compito di dover condurre il regime comunista nordcoreano verso il futuro, designato dalla propaganda ufficiale come l’ultimo passo vero il completamento della rivoluzione.

Eredità – A officiare il rituale è stato il capo dello Stato onorario Kim Jong-nam che, dopo aver definito Kim Jong-Il “un leader che ha contribuito alla pace e alla stabilità del ventunesimo secolo“, si è espresso così circa il nuovo leader: “[Kim Jong-un] ha ereditato l’intelligenza, la capacità di comando, il carattere, il senso morale e il coraggio di Kim Jong-il“.
Riuscirà, dunque, il giovane Kim a non deludere le aspettative e far rimanere in equilibrio l’ingombrante pesantezza del regime nordcoreano?

Simone Olivelli