Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Turchia, 35 vittime per un raid dell’aviazione turca

Turchia, 35 vittime per un raid dell’aviazione turca

Ai confini con l’Iraq- Strage di civili in Turchia per un raid dell’aviazione turca. L’aviazione ha infatti bombardato una zona al confine con la Turchia, considerata dal governo di Ankara uno dei bastioni organizzativi del Partito dei Lavoratori Curdo (PKK). I civili curdi rimasti vittime del bombardamento, circa trentacinque persone, sarebbero stati scambiati per militanti del Pkk. A sostenerlo è un comunicato del governatorato della provincia turca di Sirnak, nel sud est del Paese, situata geograficamente di fronte alla zona dell’Iraq dove si sono prodotti i fatti. Secondo il comunicato diffuso sarebbe in corso un’inchiesta.

Ipotesi contrastanti- Sono le dichiarazioni delle autorità locali a sostenere che l’attacco sia stato un errore dell’aviazione turca. Il sindaco di Uludere, un villaggio non lontano dal luogo dell’attacco, ha parlato infatti di trenta corpi carbonizzati e ha affermato che alcune delle vittime si dedicavano ad attività di contrabbando. Un elemento che si aggiunge alle informazioni su un possibile transito di militanti del PKK nella zona. L’ipotesi è stata però smentita dai vertitici dell’esercito turco che hanno negato la presenza di civili nella zona e hanno affermato i bombardamenti hanno preso di mira separatisti del Pkk, che avrebbero tentato di infiltrarsi in Turchia per mettere a segno attentati.

Annastella Palasciano