Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca I debiti trasformano un imprenditore in rapinatore improvvisato

I debiti trasformano un imprenditore in rapinatore improvvisato

Un bottino da 2.000 euro – Quello a cui siamo di fronte è l’ennesimo gesto arbitrario, figlio della disperazione di chi è stato colpito pesantemente dalle conseguenze dalla crisi economica. Questo almeno è quanto emerge dalle parole dell’uomo, fermato nel pomeriggio di ieri dalla polizia, che durante la sera di Natale era riuscito a portare via 2mila euro da una farmacia di Asti.

Rapinatore estemporaneo – Fabrizio Sabatini, così si chiama il rapinatore improvvisato, è un 42enne astigiano incensurato, sposato e con tre figli che fino a poco tempo fa lavorava come imprenditore nel campo dell’edilizia. Negli ultimi tempi gli affari erano andati di male in peggio e l’uomo si era dovuto arrendere all’evidenza, dichiarando il fallimento. Cosa fare quando ci si ritrova senza lavoro, con i debiti da saldare e una famiglia da mantenere?

Debiti da saldare – Sabatini deve aver pensato che parte della soluzione ai suoi problemi si trovava nel registratore di cassa della farmacia “San Lazzaro” di corso Casale ad Asti così, armato di cacciavite e con il volto coperto da una sciarpa, si era introdotto nel locale e aveva obbligato il titolare dell’attività a consegnargli il bottino. In tutta fretta l’uomo si era poi dato alla fuga a bordo di una “Fiat Marea” guidata da un complice ma nulla è sfuggito alle riprese delle videocamere di sorveglianza grazie alle quali gli agenti hanno individuato i due uomini. L’autista è ancora ricercato mentre l’imprenditore, fermato dagli agenti, ha subito confessato motivando il gesto con la necessità di saldare i debiti da cui era oberato e spiegando che la crisi lo aveva costretto a licenziare tutti e 10 gli operai alle sue dipendenze.

Irene Lorenzini