Coppia di anziani trovati morti in casa

Li ha trovati il fratello della donna – Ha dato subito l‘allarme ai carabinieri e al 118, il fratello della signora di 84 anni morta insieme al marito di 89, ma i soccorsi si sono rivelati inutili, gli anziani erano già morti. I due abitavano da soli nella loro casa di Granaglione, frazione dell’Appennino bolognese e non avevano figli.

Nessun segno di effrazione – All’interno dell’abitazione dei due coniugi non sono stati trovati segni che facciano pensare a un tentativo di scasso della serratura della porta d’ingresso, né segni di violenza o di lesioni sui cadaveri. Ora i corpi sono a disposizione dell’autorità giudiziaria che ne disporrà l’autopsia, e le indagini per accertare le cause e la dinamica dei decessi, sono affidate ai carabinieri.

Morte accidentale L’ipotesi che sembra avere più fondamenta è quella che il marito sia deceduto per primo, per cause naturali, e la donna, per la disperazione e l’incapacità di andare avanti senza quell’uomo che le era stato accanto per tutta la vita, abbia assunto un mix dei farmaci che aveva in casa, che normalmente utilizzava per curare la patologia di cui soffriva, procurandosi così la morte. La massiccia assunzione l’ha infatti portata all’overdose che l’ha uccisa, anche se per accertare definitivamente le cause dei decessi bisognerà attendere l’esito delle autopsie.

Marta Lock