Home Tempi Postmoderni Perù, sindaco avverte: “L’acqua del rubinetto fa diventare gay”

Perù, sindaco avverte: “L’acqua del rubinetto fa diventare gay”

Notizie curiose- Di allarmismi in giro ne siamo colmi, non ultimo quello dei Maya sulla fine del mondo datata 21-12-2012.  Sarebbe molto difficile trovare un qualcosa da far mettere sull’attenti chiunque in vista di un imminente pericolo(peggio della fine del mondo, qualora fosse vera, sembra non esserci niente), ma in Perù stanno lavorando in tal senso. A Huarmey, città situata nella regione di Ancash, il sindaco ha espresso un parere del tutto singolare sull’acqua dei rubinetti della cittadina che egli stesso governa. Jose Benitez, primo cittadino di Huarmey, avrebbe infatti dichiarato che “l’acqua del rubinetto renderebbe omosessuali. L’analisi coraggiosa del sindaco sudamericano, è basata sul fatto che l’acqua che scorre nei rubinetti della città peruviana in questione è piena di stronzio e, di conseguenza, ci sarebbe una riduzione di ormoni maschili che favorirebbe l’omosessualità nei maschietti. Benitez ha rincarato la dose affermando che tale questione: “E’ un problema perchè i giovani con questo stigma hanno una bassa autostima“. Sull’omosessualità, sia essa maschile che femminile, ognuno ha sempre una teoria, sia essa giusta o sbagliata in merito. Di certo, quella del sindaco di Huarmey, qualora fossero confermate le sue dichiarazioni(si intende nella paternità delle sue parole), sarebbe più unica che rara, data la stranezza oggettiva della situazione.

 

Antonio Pellegrino