Home Notizie di Calcio e Calciatori Calciomercato Juventus: Amauri verso la Fiorentina. Dilemma Toni

Calciomercato Juventus: Amauri verso la Fiorentina. Dilemma Toni

Calciomercato Juventus- Messo a segno il colpo Borriello, il compito principale per la Juventus è quello di sfoltire il parco attaccanti: Matri, Quagliarella, Vucinic, Del Piero, Toni, Amauri, Iaquinta e l’ex romanista sono decisamente troppi. Marotta è al lavoro per “piazzare” qualcuno dei nomi sopra citati e quello che sembra avere più richieste è Amauri. L’ex attaccante del Palermo, ai margini della rosa juventina da un bel pezzo, a inizio stagione ha deciso di restare a Torino per giocarsi le sue carte con la maglia bianconera, scelta rivelatasi poco saggia visto che Conte sistematicamente non lo ha mai preso in considerazione. Per lui ora, dopo che si è arenata definitivamente la trattativa con il Genoa, sembrano essersi aperte le porte della Fiorentina: i viola, dopo la cessione di Gilardino, sono in cerca di una punta e la voglia di giocare dell’italo-brasiliano potrebbe fare al caso di Delio Rossi.

Dilemma Toni- Voluto fortmente da Delneri nella sessione del mercato invernale della scorsa stagione, Luca Toni sta vivendo una stagione simile a quella di Amauri. L’ex attaccante azzurro con ogni probabilità lascierà Torino nel corso della prossima sessione di calciomercato e per il campione del mondo del 2006 non mancano gli estimatori. Il dilemma è rappresentato dalla sua futura destinazione, vista la pluralità di squadre interessate: il Cagliari nelle ultime ore si è fatto sotto, vista la scarsa presenze in zona gol dei propri attaccanti; idem il Cesena, aggrappato solo alle reti di Adrian Mutu; il Parma anche è interessato all’ex attaccante del Bayern Monaco, visto che da inizio stagione Pellè ha deluso le aspettative e Floccari solo nell’ultimo periodo ha dato segni di miglioramento. Tuttavia, non è da escludere la pista Usa, con le squadre americane pronte ad accogliere un altro big del calcio mondiale nella fase discendente della sua carriera.

 

Antonio Pellegrino