Natale in tavola, Lazio: i carciofi alla giudia

Natale in tavola, Lazio: i carciofi alla giudia – Piatto tipico del Natale capitolino, oltre che della città di Roma in senso stretto, i carciofi alla giudia sono buoni, sostanziosi e facili da preparare. Adatta per soddisfare i palati dei più nostalgici, questa pietanza appartiene alla tradizione culinaria del Lazio da generazioni. Nel ghetto ebraico di Roma, questo piatto veniva preparato per essere consumato dopo il digiuno rituale di Kippur: è per questo che i carciofi sono chiamati “alla giudia”.

Ingredienti e preparazione – Che ingredienti servono per preparare dei deliziosi carciofi alla giudia? Carciofi romaneschi, olio, limone e pepe: niente di più e niente di meno. II carciofi, dopo essere stati puliti e privati delle foglie esterne, vanno immersi per una decina di minuti in acqua e limone. Quando saranno pronti per essere cotti, vanno salati e conditi col pepe; dopodiché devono essere immersi del tutto nell’olio caldo, e lasciati cuocere per circa dieci minuti. Quando si saranno freddati, le foglie vanno aperte, in modo da facilitare la “seconda cottura”, durante la quale i carciofi dovranno essere fritti a testa in giù nell’olio caldo. Ebbene, a questo punto sarà possibile scolarli, asciugare via l’olio in eccesso e servirli a tavola. Buon appetito!

M.C.

(Si ringrazia il sito ricette.giallozafferano.it)