Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica Grillo: dopo attentati, chiudere Equitalia

Grillo: dopo attentati, chiudere Equitalia

Il comico genovese Beppe Grillo è tornato oggi a far parlare di sé, grazie al suo ultimo post pubblicato sul blog beppegrillo.it.
Commentando l’escalation degli ultimi giorni contro l’agenzia di riscossione tributi Equitalia, nel mirino di gruppi anarcoidi che hanno inviato missive di minaccia e lettere esplosive nelle sedi di tutta Italia, il “guru” del Movimento 5 Stelle ha infatti invitato a “capire” le ragioni che si celerebbero dietro gli attentati.

Grillo: Monti riveda il funzionamento di Equitalia – “(Gli attacchi a Equitalia, ndr) nelle ultime ore sono avvenuti a Foggia e Modena. Si può dire tranquillamente che stiano per sostituire i tradizionali botti di San Silvestro con la differenza però che durano tutto l’anno. – si legge nel post di Grillo – Bisognerebbe capirne le ragioni oltre che condannare le violenze. Un avviso di pagamento di Equitalia è diventato il terrore di ogni italiano. […] Monti riveda immediatamente il funzionamento di Equitalia, se non ci riesce la chiuda”.
Parole che hanno suscitato l’immediata reazione dell’agenzia che, per bocca del presidente Attilio Befera, ha posto l’accento sul pericolo cui sono esposti i dipendenti che dovrebbero vedersi garantito il diritto a lavorare in sicurezza e senza essere nel mirino di attentati.
“Bisognerebbe avere tutti il massimo senso di responsabilità e occorrerebbe difendere gli uomini che fanno il loro dovere al servizio della collettività. – ha commentato Befera – Questa volta la battuta non fa ridere nessuno”.

Di Pietro: colpire gli evasori non Equitalia – Duro nei confronti della provocazione di Beppe Grillo anche il commento del leader dell’Italia dei Valori Antonio Di Pietro.
“In uno stato di diritto – ha commentato l’ex pm – le tasse si pagano e quindi questa idea di prendersela con Equitalia invece che con gli evasori fiscali, e’ totalmente da condannare”.

Mattia Nesti