Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Saldi invernali al via

Saldi invernali al via

Sconti in arrivo – In Sicilia e Basilicata si apre oggi la stagione dei saldi che nel resto d’Italia prenderanno il via il prossimo venerdì 5 gennaio. Uniche eccezzioni il Molise e la città di Bolzano dove le vendite scontate sono state porticipate a sabato 7 gennaio, assieme alla Valle d’Aosta che applicherà per ultima gli sconti a partire dal prossimo martedì 10 gennaio.

Ridotto potere d’acquisto – Riguardo al volume d’affari legato ai saldi, le associazioni dei consumatori non sono positive. Carlo Rienzi, presidente del Codacons prevede un calo delle vendite del 30 percento rispetto al 2011: “Solo il 40% delle famiglie potra’ permettersi qualche acquisto, e la spesa procapite in regime di saldi si attestera’ sui 110 euro. A risentire della grave crisi del commercio saranno soprattutto i piccoli negozi e per la prima volta anche gli outlet e i centri commerciali vedranno una consistente diminuzione del proprio giro d’affari“. Mentre Roberto Manzoni, presidente della federazione Fismo-Confesercenti, ritiene che le spese per nucleo famigliare nel periodo dei saldi caleranno del 6-7 percento, in accordo con l’aumento del 6-7 percento di spese fisse che ne hanno ridotto il potere d’acquisto.

Liberalizzazione degli orari di apertura – Oltre ai saldi, per i negozi italiani entra oggi in vigore quanto deciso con la legge n.111 del 15 luglio 2011 sulla liberalizzazione degli orari di apertura. In base a tale norma i commercianti potranno decidere autonomamente gli orari e i giorni di chiusura od apertura dei negozi, senza alcun vincolo se non quello posto dall’accordo stipulato tra comuni e associazioni di categoria di regione in regione. Si tratta di un decreto che a detta di Confesercenti e Confcommercio penalizzerà i piccoli commercianti che, non possedendo il numeroso personale della grande distribuzione, potrebbero sottoporsi ad estenuanti turni di lavoro e in ogni caso rischiano di registrare l’ennesimo calo delle vendite rispetto a supermarket e centri commerciali.

Irene Lorenzini