Natale in tavola, Campania: i roccocò

Natale in tavola, Campania: i roccocò. I Roccocò sono deliziosi e profumati dolci natalizi che si preparano in Campania e che si degustano fino all’Epifania insieme ad un bicchierino di limoncello o una tazzina di caffè o come si preferisce. Il profumo degli agrumi che emanano questi biscotti dalla consistenza molto dura, secca  e croccante, evoca quello delle coste mediterranee mentre il nome sembra derivi dal francese rocaille per la forma rotonda a ciambella che sembra quella di una conchiglia.

Ingredienti e preparazione. Per preparare i roccocò occorre un chilo di farina, 800 g di zucchero, 300 g di acqua, un cucchiaino da caffè raso di ammoniaca e uno di cannella, chiodi di garofano e coriandolo, anice stellato e un pizzico di noce moscata, un albume, 400 g di nocciole e mandorle e la buccia grattugiata di un’arancia, un limone e 3 mandarini. Setacciate la farina e formate la classica fontana nel cui centro metterete lo zucchero, le scorzette degli agrumi, le nocciole e le mandorle pelate e tritate, l’acqua, la cannella e l’ammoniaca. Amalgamate il tutto fino ad ottenere un impasto duro ma omogeneo con il quale andrete a formare delle ciambelle leggermente schiacciate. Spennellatele con l’albume e cuocete in forno preriscaldato per circa venti minuti. Per ottenere dei roccocò meno duri basta lasciarli cuocere qualche minuto in meno.

Caterina Cariello