Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Ultime notizie di Economia

Voli: tassa Ue su Co2 aerei rischia aumento tariffe compagnie Golfo

CONDIVIDI

Per le compagnie aeree del Golfo Emirates e Etihad Airways c’è il rischio di un aumento del prezzo dei biglietti con l’introduzione della normativa dell’Unione europea sull’emissione dei gas a effetto serra nel settore del trasporto aereo. Al quotidiano Gulf News, come riportato da Reuters, Tim Clark, presidente di Emirates, compagnia di bandiera di Dubai e più grande linea aerea del mondo per il lungo raggio, ha dichiarato che nel 2012 la sua società spenderà oltre 40 milioni di euro per acquistare permessi di emissione aggiuntivi.

Un inevitabile aumento dei costi. “Sfortunatamente, mentre cerchiamo sempre di rendere più concorrenziali le nostre tariffe, i costi addizionali dello sistema Ue di scambio delle emissioni ricadranno certamente sui nostri clienti, ma come questo avverrà bisogna ancora determinarlo”, ha affermato Clark. Sulla base dello schema normativo Ue, entrato in vigore il primo gennaio, le linee aree che atterrano o decollano nell’Ue e in altri tre Paesi confinanti devono pagare per le proprie emissioni di anidride carbonica.
Stessa posizione quella della Etihad Airways di Abu Dhabi. Secondo Linden Coppell, responsabile ambientale di Etihad, la società aerea affronterà nei prossimi nove anni un costo aggiuntivo di 310 milioni di euro. “È inevitabile che un simile costo abbia un impatto sui livelli delle tariffe”, ha affermato Coppell. Ieri anche Lufthansa ha avvertito della ricaduta dei costi del nuovo sistema sui prezzi dei biglietti. Per la Ue invece il nuovo schema normativa, già in vigore in altri settori, è il modo più giusto per contribuire alla lotta contro il riscaldamento globale.

M.N.