Milan, Ibrahimovic: “Tra tre anni smetterò per sedermi in panchina”

Milan, Ibrahimovic – A 30 anni da poco compiuti, Zlatan Ibrahimovic ha ben chiaro quello che sarà il suo futuro. Altri tre anni da professionista, poi il suo obiettivo sarà quello di sedersi in panchina per mettersi in prima persona nei panni di un allenatore. Questo è quanto dichiarato dalla punta svedese a Sportbladet: “Ho sempre smentito questa possibilità, ma è probabile che una volta conclusa l’attività da calciatore io possa intraprendere quella da allenatore. Mi ci vedo in campo per altri 2/3 anni, poi di sicuro smetterò. Penso che allenare una squadra sia una grossa responsabilità. Giocare è di certo più facile e meno complicato“. Chiaro dunque l’attaccante del Milan che non fa mistero dei suoi piani futuri.

Sulle orme di LarssonIbra dunque torna a far parlare di se (in maniera estremamente positiva) e lui stesso ammette di non aver mai considerato l’idea di diventare allenatore una volta lasciato il calcio giocato. Il ripensamento però c’è stato, e proprio come ricorda il fuoriclasse svedese, il suo caso è paragonabile a quello di Henrik Larsson, suo connazionale che ha fatto la storia della nazionale scandinava: “Anche Larsson da calciatore smentì più volte una carriera da tecnico, ed ora invece si ritrova sulla panchina del Landskrona. Non possiamo prevedere dunque con certezza il futuro, ma è molto probabile che io resti in questo mondo“.

Giuseppe Carotenuto