Edwige Fenech torna sul set ne La Figlia del Capitano

Edwige Fenech – Per tutti è l’icona sexy dei film degli anni ’70-’80: adesso Edwige Fenech, attrice francese naturalizzata italiana, torna alla ribalta sul set de La Figlia del Capitano, miniserie in due puntate che andrà in onda il 9 e il 10 gennaio su Rai 1. In un’intervista rilasciata a Corriere.it, l’attrice nata nel 1948 ad Annaba per certi versi ritiene umilianti i film che l’hanno resa celebre, quei titoli della commedia erotica all’italiana. Dopo tanti anni trascorsi nell’ombra lavorando come produttrice, tra pochi giorni sarà ancora il momento di vederla recitare davanti ad una telecamera.

Timidezza – Sono confessioni vere e proprie quelle rilasciate al Corriere della Sera: Edwige ritiene infatti di essere eccessivamente timida tanto da non voler più recitare: “Sono afflitta da una timidezza che rasenta quasi la psicosi. Non amo apparire, ho fatto tanto cinema, eppure non mi sono mai sentita una diva. Il mio vero problema è che non mi sono mai presa sul serio”, ha commentato. E per quanto riguarda le collaborazioni cinematografiche che l’hanno resa un vero e proprio sex symbol aggiunge: “Avevo seri problemi, ero una cosiddetta ragazza madre, dovevo portare avanti la famiglia, mio figlio Edwin di cui sono orgogliosa. Mi dicevano: se continui a fare film di serie C, non ti chiameranno mai per fare quelli di serie A. Invece, mi hanno chiamato attori come Tognazzi, Sordi… ho lavorato con attrici come la Vitti“. Ed oggi Edwige Fenech torna sul piccolo schermo con una miniserie dalla trama coinvolgente: “Quando ho letto la sceneggiatura di questo progetto, non pensavo di esserne un’interprete, ma quando mi sono imbattuta nel personaggio dell’imperatrice, mi sono detta: vorrei proprio farlo“.

R. A.