Monti sprona l’Europa: Deve muoversi altrimenti lo spread non diminuirà

Vola lo spread – Quella di ieri è stata un’altra giornata di passione sui mercati. Perdono tutte le Borse, soprattutto Piazza Affari che registra quasi il 4% in meno, mentre lo spread è salito fino a toccare il livello di 523 punti.
A sorpresa il presidente Monti è partito per Bruxelles, il motivo è ancora sconosciuto, visto che sono state le smentite le voci di possibili vertici con le Istituzioni Europee.
La preoccupazione è alle stelle, Monti certo non immaginava che il decreto avrebbe risollevato la situazione e ridato fiducia all’Italia, ma tali cifre hanno sorpreso certamente anche lui.

L’Europa e la sua parte – Il governo è al lavoro per la cosiddetta fase due, la parola d’ordine è crescita e credibilità, ma anche l’Europa ora deve fare la sua parte.
Come ha già fatto sapere Monti nei giorni scorsi, con il decreto salva Italia, il nostro paese ha fatto la sua parte, ora tocca ai partners Europei scendere in campo e ridare sicurezza ai mercati, ma soprattutto scongiurare il rischio Euro, ancora troppo alto.
E intanto cresce l’attesa per i prossimi incontri di Monti, prima il presidente francesce Sarkozy, poi la Cancelliera tedesca Merkel. Due incontri cruciali, fondamentali, ma ciò che sarà più importante, sarà vedere come reagiranno i mercati.

Matteo Oliviero