Probabili formazioni Novara-Fiorentina: Radovanovic out, Rossi cambia modulo

Probabili formazioni Novara-Fiorentina – Riparte il campionato con stati d’animo differenti per Novara e Fiorentina. I piemontesi hanno agito e stanno ancora agendo con efficacia sul mercato, mettendo a segno colpi importanti come quelli di Jenssen (che firmerà a breve) o Caracciolo; i viola hanno perso Gilardino e sono ancora indecisi sul come e sul se sostituirlo. Ma, comunque, entrambe le squadre vogliono ripartire dopo le feste con un risultato positivo. Partire col piede giusto potrebbe dare quella fiducia spesso mancata sia a Novara che a Firenze.

Novara – A dispetto delle previsioni, Caracciolo non dovrebbe partire dall’inizio: Rubino avrà la maglia da titolare al fianco di Meggiorini. In difesa si ferma Ludi, ma recuperano Centurioni e Dellafiore: favorito il primo per far coppia con Paci. Come trequartista agirà Mazzarani, con Pinardi che partirà dalla panchina. In mediana si blocca Radovanovic: pronto Marianini. Fontana recupera e sarà il portiere di riserva. Ecco il probabile schieramento dei piemontesi: (4-3-1-2)  Ujkani; Morganella, Paci, Ceturioni, Gemiti; Marianini, Porcari, Rigoni; Mazzarani; Rubino, Meggiorini. A disposizione: Fontana, Dellafiore, Garcia, Pesce, Pinardi, Morimoto, Caracciolo. Allenatore: Tesser. Indisponibili: Ludi (da valutare), Radovanovic (15 giorni), Giorgi (7 giorni), Lisuzzo (40 giorni). Squalificati: nessuno.

Fiorentina – Novità importanti tra i viola: Delio Rossi cambia modulo e pensa alla difesa a 3. Pasqual si accomoderà in panchina, Vargas agirà lungo la fascia sinistra, con Cassani dal lato opposto. Jovetic è l’unica punta disponibile e avrà Ljajic al suo fianco. Il giovane Salifu agirà da interno sinistro. Ecco la probabile formazione viola: (3-5-2) Boruc; Gamberini, Natali, Nastasic; Cassani, Behrami, Montolivo, Salifu, Vargas; Jovetic, Ljajic. A disposizione: Neto, Camporese, De Silvestri, Pasqual, Lazzari, Kharja, Cerci. Allenatore: Rossi. Indisponibili: Babacar (da valutare), Kroldrup (7 giorni). Squalificati: nessuno.

Edoardo Cozza