Sgominato traffico di droga internazionale, 20 arresti

Smart drugs – Oltre 250 uomini tra poliziotti e carabinieri del Nas sono impegnati dalle prime luci dell’alba di oggi in una vasta operazione antidroga che coinvolge tutto il territorio nazionale. L’intervento rientra nell’ambito delle indagini su un articolata rete criminale dedita al traffico di “smart drugs” (un nuovo tipo di droghe sintetiche chimicamente simili alla canapa indiana che producono effetti allucinogeni alla stregua di quelli degli stupefacenti tradizionali), condotte dai militari dell’Arma di Oristano. Secondo le prime informazioni trapelate, fino a questo momento sarebbero finite in manette 20 persone di cui 17 in Italia ed altre 3 attive come corrieri in Europa; sequestrati numerosi immobili.

Un’efficiente rete criminale – L’organizzazione criminale dedita al traffico di droga faceva giungere ad Oristano, Quartu Sant’Elena e Castel Volturno (Caserta) gli stupefacenti provenienti dal Sud America o da altri Paesi dell’Unione Europea quali Inghilterra, Olanda e Portogallo. Gli stratagemmi utilizzati per far viaggiare gli allucinogeni erano sostanzialmente due: il primo prevedeva l’ingestione da parte del corriere degli ovuli contenenti le droghe mentre il secondo, utilizzato per i trasporti più impegnativi, richiedeva che la droga venisse nascosta nei doppifondi dei bagagli. L’organizzazione prestava particolare attenzione ai propri corrieri sia fornendogli scorta ed assistenza durante i viaggi che rimanendogli accanto quando venivano scoperti, pagando l’assistenza legale e sostenendo economicamente le famiglie in caso di bisogno.

Giorgio Piccitto