Vitamina B e acido folico, alleati della memoria

Vitamina B e acido folico per una memoria “scattante”. La vitamina B12 e l’acido folico rendono la memoria efficiente e scattante. L’assunzione di queste due sostanze aiuta a migliorare le capacità cognitive e in particolare la memoria a breve e a lungo termine. A sostenerlo è uno studio australiano, che ha evidenziato miglioramenti nei test di memoria nei volontari che hanno assunto per due anni integratori a base di acido folico e vitamina B12. I risultati sono interessanti anche per gli effetti positivi sulle malattie legate all’invecchiamento che interessano il cervello e le funzioni cognitive.

Uno studio australiano evidenzia i benefici contro l’invecchiamento. I benefici registrati dai ricercatori sono modesti, ma comunque molto incoraggianti, come spiega Janine Walker, coordinatrice dello studio e ricercatrice presso l’Australian National University. “Le vitamine possono svolgere un ruolo importante nel promuovere la salute durante l’invecchiamento e il benessere mentale, oltre che nel prolungare un buon funzionamento delle facoltà cognitive a livello sociale”. Ancora una volta viene dunque ribadito quanto sia importante seguire una dieta sana ed equilibrata con il giusto apporto di vitamine. Tra gli alimenti che contengono elevate quantità di vitamina B12 vi sono: tonno, carne bovina, uova, mozzarella, cereali, pesce (ostriche, polipo, cozze).

Adriana Ruggeri