I 140 caratteri Twitter: utili nel monitorare l’epidemia di colera ad Haiti

Twitter- Ancora una volta Twitter ci mostra come sia possibile comunicare all’interno di un social network qualsiasi messaggio! Tutte le informazioni che circolano su Twitter, i suoi link, le sue immagini, i video, si muovono velocemente. Ancora una volta viene privilegiata la velocità e la sintesi, caratteristiche propri e caratterizzanti del suddetto social network definito “della notizia“. E’ stato pubblicato su American Journal of Tropical Medicine and Hygiene uno studio che ha mostrato che Twitter è risultato davvero molto utile nel minotorare la diffusione delle epidemie. Grazie al sito HealthMap realizzato dall’ospedale di Boston per controllare la diffusione di malattie, il team di studiosi, è riuscito ad avere un quadro più chiaro e dettagliato della loro diffusione grazie alle dicussioni e ai vari tweet.

Rumi Chunara-Quando abbiamo analizzato le notizie provenienti da Twitter, relative ai primi giorni di epidemia nel 2010, abbiamo visto che contenevano moltissime informazioni utili sulla trasmissione del colera, e che potevano fornire i dati anche con due settimane di anticipo rispetto alle statistiche ufficiali diramate dal Ministero della Salute e dal Governo di Haiti. Utilizzando media ‘informali’ rapidi ed efficieni si possono raggiungere le popolazioni che altrimenti non avrebbero accesso alle cure mediche tradizionali“. ha dichiarato la ricercatrice Rumi Chunara. Ancora una volta è stata quindi dimostrata la versatilità con cui ciascuno di noi può decidere di utilizzare il social network Twitter!

Rosanna Pecora