Coppa Italia, Napoli-Cesena 2-1: Popescu illude i bianconeri, azzurri ai quarti

Napoli-Cesena 2-1 – Si conclude sul punteggio di 2-1 il match di Coppa Italia giocato al San Paolo tra Napoli e Cesena. Gli ospiti, imbottiti di riserve e giovani primavera, riscono a creare più di qualche grattacapo in un campo difficile e contro un avversario ostico. Sono proprio i cesenati infatti a passare in vantaggio nel primo tempo con Popescu. Nella ripresa però salgono in cattedra gli attaccanti azzurri che ribaltano la situazione. Reti decisive di Cavani e Pandev. I partenopei, dovranno ora aspettare la gara tra Inter e Genoa per sapere chi sarà l’avversario dei quarti di finale.

Bel Cesena nel primo tempo – Formazioni della vigilia rispettate per entrambe le squadre con Mazzarri che preferisce non affidarsi ad un ampio turnover, mentre Arrigoni preserva i suoi titolarissimi in vista del campionato. Parte bene il Napoli con un affondo di Dossena sulla sinistra che non trova Hasmik per il tocco vincente. Risponde il Cesena con Bogdani che ci prova per due volte dalla distanza, tiri però troppo centrali per impensierire Rosati. Al 20′ arriva il vantaggio degli ospiti. Svarione della difesa azzurra che lascia colpevolmente solo Popescu che è bravo ad inserirsi e mettere in rete. Inaspettatamente gli ospiti conducono la gara e Inler subito dopo cerca di ristabilire la parità ma il suo sinistro finisce alto. Napoli poco pimpante e reattivo e il primo tempo si conclude sul punteggio di 0-1 per i bianconeri.

Pandev decisivo – Inizia la ripresa e Mazzarri getta Pandev nella mischia al posto di un timido Vargas. Il macedone ci prova subito con una bella girata in area, ma il tiro finisce a lato. Al 60′ è Zuniga a provarci sugli sviluppi di un calcio d’angolo con un tentativo troppo centrale e bloccato facilmente da Ravaglia. Pochi minuti dopo però arriva la svolta. Punizione di Pandev, Ravaglia ci arriva ma respinge sui piedi di Cavani che sigla il pareggio per i suoi. Il Napoli crede nella vittoria e lascia inevitabilmente spazio al contropiede cesenate. E’ Rennella infatti a colpire con una ripartenza ma Rosati è bravo a respingere. Nel finale ci prova anche Donadel appena entrato ma il suo tiro si spegne sul fondo. I supplementari sembrano ormai vicini ma Pandev ha voglia di gol. Ancora un calcio piazzato per il macedone che sorprende il portiere avversario e sigla il più classico dei gol fantasma, l’arbitro però su segnalazione del guardalinee convalida tra le proteste degli ospiti. Dopo 4′ di recupero, Doveri fischia la fine sul punteggio di 2-1.

Giuseppe Carotenuto