I genitori di Brittany Murphy vogliono chiarezza sulle cause della sua morte

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:12

Richiesta ufficiale – L’attrice Brittany Murphy è morta nel dicembre 2009, ma i suoi genitori non sono convinti che le cause del suo decesso siano state quelle riportate dalla polizia di Los Angeles, secondo quanto riportato da E!online.

Nuovi esami – Il padre di Brittany, Angelo Bertolotti, ha presentato una richiesta ufficiale al dipartimento di medicina legale di Los Angeles e alla polizia della città statunitense per poter avere dei campioni biologici da far analizzare a degli esperti da lui scelti a sue spese.
Secondo il padre dell’attrice, il coroner non avrebbe compiuto tutti gli accertamenti necessari, ma solo quelli base, e la sua conclusione che la causa della morte sia stata dovuta a delle complicazioni di una polmonite e ad una grave anemia sarebbe quindi errata. Bertolotti ha sottolineato che non sono stati effettuati i test relativi ad eventuali veleni, tossine o metalli pesanti e che Brittany potrebbe essere morta a causa di un avvelenamento da arsenico, in passato spesso confuso con le conseguenze tragiche di polmonite ed anemia.

La madre fa causaE!online aggiunge inoltre che anche la madre di Brittany, Sharon, non è mai stata convinta dei risultati dell’autopsia. Sharon ha fatto causa ai suoi avvocati per non averle spiegato che avrebbe potuto chiedere un risarcimento alla ditta che ha costruito la casa in cui viveva Brittany e suo marito Simon Monjack, anche lui deceduto a causa di una polmonite. La donna ritiene che degli errori in fase di costruzione dell’edificio avrebbero causato dei danni all’impianto idrico e avvelenato i suoi abitanti in modo inconsapevole.

Beatrice Pagan

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!