Caccia agli evasi da Regina Coeli

Ancora in fuga – Erano evasi nel più classico dei modi, sbarre segate e lenzuola usate come corda, i due detenuti fuggiti dal carcere romano nella notte tra venerdì e sabato, riuscendo ad eludere i controlli di vigilanza. Altin Hoxa, albanese di 28 anni, e Stefano Cusnir, 24 anni romeno, stavano scontando entrambi la condanna per rapine a mano armata, e sono ritenuti molto pericolosi.

Occhi di ghiaccioHoxa è noto come rapinatore seriale di banche e ville, compresa quella perugina di Serse Cosmi, soprannominato “Occhi di ghiaccio”, mentre Cusnir ha compiuto diverse rapine a mano armata nella zona dei Castelli Romani. I due avevano risposto all’appello delle 3 di notte, ma non erano presenti a quello delle 8 del mattino, facendo scattare l’allarme.

Polemica sulla sicurezza del carcere – Il Dipartimento di amministrazione penitenziaria ha aperto un fascicolo per accertare le eventuali responsabilità, considerando il fatto che le sentinelle in forza al carcere sono attualmente soltanto tre, e la cella dalla quale sono evasi i detenuti è fuori dal loro campo visivo, inoltre la telecamera, in parte coperta dai due con un lenzuolo, è solo parzialmente funzionante, sia perché non è dotata di un sistema d’allarme, sia perché non c’è la possibilità di impiegare una persona nella sala monitor, inoltre un guasto avvenuto nel mese di agosto scorso ha reso inutilizzabile una parte delle telecamere.

Marta Lock