Lo arrestano e lui minaccia di mangiarsi poliziotti e cani poliziotto

Se mi arresti ti mangio: succede anche questo, negli States, Indiana, un trentanovenne arrestato con l’accusa di aver rubato una macchina ha minacciato di vendicarsi mangiando i poliziotti che l’hanno incastrato, le loro famiglie e pure i poveri cani poliziotto. Paul M. Brock  di Frankfort, novello Hannibal Lecter de noiantri, non si è accontentato delle accuse di furto; ha quindi impreziosito la lista delle accuse a suo carico aggiungendovi resistenza alle forze dell’ordine, intimidazione e guida sotto sostanze stupefacenti. Si spera dunque che le variopinte minacce trovino giustificazione nell’alterazione chimica dell’umore di Brock.

Paul the cannibal: la polizia di Lafayette, sita a cento chilometri a nordovest di Indianapolis, si è avvalsa dell’aiuto dei cani poliziotto al fine di  bloccare Brock durante l’arresto, eseguito nella giornata di venerdì. Al fermo sono scattate poi le manette, l’uomo e stato infatti incarcerato presso la prigione della contea di Tippecanoe, da cui potrà uscire soltanto se sarà pagata una cauzione di 25mila dollari. Da lì è iniziato il delirio misto alle minacce di vendetta: corpi armati, familiari e cani poliziotto attenzione alla vendetta che questo vi si mangia tutti.

Valeria Panzeri