Serie A, Parma-Siena 3-1: esordio vincente per Donadoni


Parma-Siena 3-1 – Buona la prima. Roberto Donadoni debutta con una vittoria per 3-1 sulla panchina del Parma. I gialloblù approfittano delle disattenzioni di un Siena che non molla fino all’ultimo e portano a casa tre punti molto importanti per la salvezza. Biabiany apre le marcature nel primo tempo. Raddoppia Valiani di testa, durante la ripresa, nel momento migliore dei toscani. Grossi, a dieci minuti dal termine, con una gran conclusione da fuori riapre la partita, chiusa definitivamente in pieno recupero dal solito Giovinco. Al Siena annullati due gol, giustamente, per fuorigioco.

Rivoluzione Donadoni – L’ex ct della Nazionale stravolge il Parma e schiera gli emiliani con il 3-4-2-1. Il trio difensivo è quello composto da Zaccardo, Paletta e Lucarelli, mentre in attacco Biabiany e Giovinco sono chiamati a ispirare Floccari. In porta c’è Pavarini al posto dell’infortunato Mirante. Nessuna rivoluzione per il Siena che si presenta con il solito 4-4-2 con Calaiò e Destro in avanti.
Il primo sussulto del match arriva al 15’ con Musacci che sostituisce lo squalificato Galloppa: il centrocampista classe ’87 prova la botta dalla distanza e sfiora la traversa. Al 23’ Parma in vantaggio: Giovinco mette in mezzo dalla destra, sponda di Paletta per Biabiany che va di testa, respinge Pegolo, ma il francese riprende da due passi e anticipa tutti, compreso il compagno di squadra Morrone. La risposta del Siena sta in un colpo di testa di Gazzi che esalta i riflessi di Pavarini. Nella stessa azione, Calaiò non riesce a ribadire in rete.

Siena sbaglia, Parma ringrazia – Parte con un piglio più deciso il Siena nella ripresa. Brienza lancia in verticale Destro che, solo davanti a Pavarini, prova la conclusione a giro: palla ben oltre l’incrocio dei pali. Pochi minuti dopo, l’attaccante senese va in gol, ma la sua rete è annullata per fuorigioco. E nel momento migliore dei toscani, arriva il raddoppio del Parma: cross di Giovinco dalla sinistra per Valiani che salta indisturbato a centro area e può piazzarla all’angolino alla sinistra di Pegolo. Poco dopo, Gobbi conclude con il sinistro da fuori: palla alta. Non perdona invece il sinistro del neo entrato Grossi all’81’: un rasoterra che non lascia scampo a Pavarini. Forcing finale del Siena in cerca del pari, ma Calaiò sbaglia ancora: prima non arriva su una palla messa in mezzo da Gonzalez che ha sostituito Destro e poi fa gol ma in posizione di offside. E così al 94’ Palladino, appena subentrato a Floccari, serve su un piatto d’argento la palla del definitivo 3-1 a Giovinco. Una punizione forse troppo severa per un Siena organizzato ma che davanti punge poco. Per il Parma, i tre punti sono comunque meritati e il nuovo modulo per ora è promosso.

Miro Santoro