Apple: in arrivo un’app per creare ebook?

Manca ormai poco al grande giorno. Grande perché l’attesa e la curiosità per il Media Event della Apple fissato per il 19 gennaio sono cresciute non poco. Tutte le novità saranno finalmente ufficializzate e svelate. E nel magma targato Cupertino pare ci sia spazio anche per una stuzzicante novità che interesserà specificatamente il mondo dei lettori. Stando ad alcune indiscrezioni, infatti, pare che la mela morsicata lancerà un’applicazione che consentirà di creare ebook.

Il progetto top secret con gli editori – Il 2012 sarà l’anno degli ebook (è il tormentone di inizio anno, ma prendiamolo per buono) e i colossi mondiali del settore si stanno muovendo da tempo per non farsi trovare impreparati. Amazon procede a modo suo, fregiandosi di un lavoro pionieristico nel settore digitale, ma Apple di certo non può permettersi di stare a guardare. Allora, fra le tante chicche pronte per essere presentate giovedì 19 gennaio a New York, si vocifera che l’azienda in mano a Tim Cook annuncerà anzitutto il supporto al formato Epub 3 e poi un nuova applicazione, qualcosa di molto simile a GarageBand, però dedicata agli ebook. Secondo il Wall Street Journal, da diversi mesi la Apple sarebbe infatti in contatto con diversi editori (McGraw-Hill Cos., Pearson e Houghton Mifflin Harcourt) per lavorare all’operazione top secret che verrà presentata al Media Event.

Steve Jobs e il libro “interattivo” – Su Ars Technica si parla esplicitamente di “GarageBand for e-books“. Un’applicazione, dunque, che non diversamente da come GarageBand ha fatto per i brani musicali dovrebbe facilitare il processo di realizzazione degli ebook. Ad aggiungere ingredienti sempre più affascinanti al quadro, c’è poi una dichiarazione del biografo ufficiale di Steve Jobs, Walter Isaacson, il quale ha riferito che fra i desideri del fondatore di Apple c’era proprio quello di dare forma ad una vera e propria rivoluzione dei libri di testo ed adattarli alla nuova realtà digitale, rendendo i libri “digitali ed interattivi, su misura per ogni studente ed in grado di fornire un feedback in tempo reale.” Se si considera, poi, che fra gli invitati al Media Event di giovedì figura anche Cengage Learning, uno dei colossi dell’editoria scolastica, tutto lascia ben pochi dubbi sulla possibilità che Apple stia per sfornare, alla sua maniera, un prodotto sicuramente volto a scombussolare e vivacizzare il panorama degli ebook.

 

Andrea Camillo