Snam: accordo con Fluxys per sviluppo congiunto infrastrutture gas

Snam Rete Gas e la belga Fluxys G hanno sottoscritto un accordo per la valutazione di potenziali iniziative di sviluppo congiunte nelle infrastrutture del gas in Europa. Ad annunciarlo una nota congiunta dei due gruppi, dove si precisa che le iniziative riguardano anche i flussi bi-direzionali, in linea con le raccomandazioni e le disposizioni della Terza Direttiva europea adottata dal Parlamento e dal Consiglio Ue per raggiungere l’obiettivo di un mercato integrato del gas.

Progetto per progetto. In un’intervista rilasciata al Sole 24 Ore oggi, Carlo Malacarne, Ad di Snam, ha detto che, a livello di investimenti, “l’accordo con Fluxys prevede che si valuti di volta in volta, progetto per progetto, su cosa conviene investire”. Malacarne ha aggiunto che con Fluxys si sta cercando di definire un’alleanza per realizzare una rete europea. “Fluxys è di fatto l’hub del gas per il Nord Europa, noi vogliamo diventare l’hub per il Sud, assieme possiamo collegare le infrastrutture italiane a quelle del Nord”, ha aggiunto.

La separazione dall’Eni. Riguardo alla separazione tra Snam e Eni Malacarne ha detto che l’azionista “a livello gestionale non ha nessuna influenza” e che l’eventualità di escludere dal business la sola Rete Gas, “non ha senso”. “Separare il trasporto dallo stoccaggio è controproducente, andrebbe ad impattare significativamente sul bilanciamento della rete”, ha sottolineato l’Ad.

M.N.