Tre ordigni esplosivi nella sede Equitalia di Napoli

Esplosioni nella notte – Sono stati fatti esplodere durante la notte i tre ordigni che hanno causato danni alle saracinesce e alle vetrate esterne della sede di Equitalia di corso Meridionale a Napoli. In zona, al momento della deflagrazione, non c’erano passanti, perciò i danni si sono limitati alla parte esterna della sede, senza coinvolgere persone.

Ricerca di altri possibili ordigni – Sul posto sono immediatamente giunti gli uomini della polizia scientifica che hanno cercato, attraverso l’ausilio di un rilevatore di sostanze esplosive, la presenza di eventuali altri ordigni, evidenziando l’inesistenza di altri congegni. Gli ordigni sono stati posizionati, dagli autori del gesto, nell’intercapedine tra la saracinesca e il vetro, e probabilmente non avevano una grande forza esplosiva considerando il fatto che le auto parcheggiate non lontane non hanno subito danni.

Un mese fa un petardo – Poco meno di un mese fa, sempre nelle ore notturne, era stato fatto esplodere un grosso petardo che non aveva creato danni ingenti alla struttura, se non un minimo danneggiamento alla saracinesca e alla vetrata colpite, ma vista la vicinanza del Capodanno non era stato associato alla serie di attentati contro Equitalia che si stanno continuando a susseguire nelle sedi di tutta Italia, da nord a sud.

Marta Lock