Vada a bordo, cazzo: ecco la maglietta

Vada a bordo cazzo diventa una maglietta. L’istantaneità del web, quella che può trasformare tutto in business, a distanza di poche ore dal disastro della Costa Concordia, ha già il suo eroe e anche la sua maglietta. Il Comandante della Guardia costiera Gregorio De Falco è uno di questi, almeno per la rete. L’audio della conversazione telefonica tra quest’ultimo e  Francesco Schettino, diffuso dai media, mostra un De Falco inflessibile, di una precisione  nel verificare le informazioni e nell’impartire ordini che se non la raggiunge, rasenta sicuramente la perfezione.  Un uomo che sul momento sembra voler prendere in mano l’intera vicenda del naufragio.

Su Twitter rimbalza come non mai l’orgoglio italiano, che pare in queste ore essersi incarnato nel comandante della Guardia costiera. Se l’hashtag #vadaabordocazzo conta ovviamente migliaia di follower ed è in costante crescita, qualcuno con l’animo intriso di sano patriottismo, magari unito ad un forte fiuto per gli affari, nel giro di poche ore ha già messo in vendita sul web la maglietta che celebra il comportamento perentorio e senza la minima incertezza del comandante De Falco.  Il militare “ha solo seguito le procedure” dicono dall’Inghilterra. Già, ma ognuno ha i propri eroi, e le proprie T-shirt.

A.S.