Costa Concordia: sui dispersi parla il Capo Uff. Stampa della Guardia Costiera

Ufficio Stampa Guardia Costiera – Dopo le testimonianze dei sopravvissuti e le tante polemiche in merito all’inchiesta al comandante Schettino a tenere banco sono sempre le notizie relative ai dispersi. A questo proposito si è pronunciato a Tgcom 24 Filippo Marini,  Capo Uff. Stampa Guardia Costiera: “In questo momento si sta esaminando tecnicamente come operare, perché la nave si è spostata di nuovo. Queste le parole del comandante Filippo Marini, capo ufficio stampa della Guardia costiera, a Tgcom24. Verranno realizzati altri varchi sulle vetrate e si continuerà ad ispezionare i corridoi in cui ieri sono stati trovati ieri i 5 cadaveri. Se il tempo dovesse cambiare rimoduleremo il tutto, ma le persone le vogliamo trovare. Per la rimozione del carburante c’è già un piano operativo e presto si procederà a rimuoverlo dai serbatoi per evitare impatti sull’ecosistema dell’arcipelago toscano ma al momento non creiamo allarmismo perché non ce ne è motivo. C’è una cosa che ogni comandante non deve dimenticare: ci sono delle rotte stabilite che sono le più sicure e anche le più brevi. Se si tiene presente questo, incidenti di un certo tipo non possono verificarsi”.

La lista con i nomi dei dispersi – Nella serata di ieri la prefettura di Grosseto ha diffuso sul proprio sito l’elenco delle 28 persone ancora disperse dopo il naufragio della nave Costa Concordia. Tali dati, si specifica nel comunicato: “tuttora in corso di aggiornamento, potrebbero risultare utili ai fini della ricerca dei cittadini italiani e stranieri”. Tra gli italiani che mancano all’appello, i passeggeri Maria D’Introno, di Biella; le amiche siciliane Maria Grazia Trecarichi e Luisa Antonia Virzì; il riminese William Arlotti e la figlioletta Dayana di 5 anni, e un membro di equipaggio, il 30enne Giuseppe Girolamo di Alberobello (Bari). Per quanto riguarda le altre nazionalità, i tedeschi sono: Bauer  Elisabeth (f), Ganz Christina Mathi (f), Ganz Norbert Josef (m), Goergens Gertrud (f), Grube Gabriele (f), Hoer Egon (m), Neth Margarethe (f), Schall Inge (f), Stumpf Siglinde (f), Werp Brunhild (f), Werp Josef (m), Galle Horst (m), Schroeter Margrit (f). I francesi: Blemand  Michael (m), Gannard Jeanne (f), Gregoire Pierre (m), Litzler  Mylene (f). Ungheria: Feher Sandor (m), membro equipaggio. Gli indiani: Rebello Russel Terence (m), membro dell’equipaggio. I peruviani: Soriamolina Erika Fani  (f), membro dell’equipaggio. Gli statunitensi: Heil Barbara (f), Heil Gerald (m).

Dario Morciano