La Lega sfiducia Passera: Difende gli interessi delle banche

A finire nel mirino degli attacchi della Lega è stato ieri il ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera. Contro di lui, il capogruppo del Carroccio alla Camera, Marco Reguzzoni, ha annunciato una mozione di sfiducia trachant. “E’ incapace di creare le condizioni per lo sviluppo del paese”, ha tuonato il fedelissimo del Senatur, che ha aggiunto: “Ha dimostrato di voler colpire solo i piccoli”, lasciando impunite le banche.

Reguzzoni vs Passera – Sul capogruppo dei leghisti alla Camera, Marco Reguzzoni, penderebbe – secondo le indiscrezioni trapelate negli ultimi tempi – una “spada di Damocle” pesante, che potrebbe portare presto alla sua sostituzione a favore dell’ex ministro Roberto Maroni. Ciò nonostante, il pasdaran di Bossi ha deciso ieri di vibrare il suo duro attacco all’indirizzo del ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, nei confronti del quale ha annunciato la presentazione di una mozione di sfiducia per “manifesta incapacità di creare le condizioni per lo sviluppo economico”.

A tutela delle banche – “Finora – ha tuonato ieri alla Camera Reguzzoni – abbiamo visto un‘inerzia totale e una volontà di colpire i piccoli, quelli che pagano i conti. Non si vogliono colpire le banche, che sono le responsabili di questa situazione. Non è possibile fare provvedimenti solo a favore degli amici, dei grandi gruppi“. Non solo: il “cerchista” avrebbe rincarato la dose puntando l’indice contro i banchi vuoti del governo: “Vergogna – ha scandito vedendo arrivare il sottosegretario Guido Improta – siete solo capaci di mettere le mani in tasca ai tassisti, ai farmacisti, agli avvocati, ai commercianti e agli artigiani, a tutti quelli che pagano le tasse e, quindi, anche il vostro stipendio”.

Liberalizzazioni ingannevoli – “Finora – ha continuato nel suo je accuse il leghista – Passera lo abbiamo visto solo quando è venuto qui in Aula a leggere quattro paginette, nelle quali diceva che non è possibile liberalizzare il trasporto aereo. Allora mi chiedo: dove sono le liberalizzazioni e il libero mercato di cui questo governo dovrebbe essere il paladino?”. E sollecitando l’Idv e il Pd a sostenere la sua battaglia, Reguzzoni ha auspicato una risoluzione veloce della spigolosa vicenda: “Spero di poter votare la mozione la prossima settimana”, ha detto.

Maria Saporito