No alla liberalizzazione dell’acqua: manifestanti al Ministero dell’Economia

Forum italiano Movimento per l’acqua – Il gruppo formato da una ventina di persone si è riunito nel cortile del Ministero dell’Economia per chiedere il rispetto dell’esito del referendum del 12 e 13 giugno 2011, nel quale ben 26 milioni di persone avevano espresso parere negativo sulla liberalizzazione del mercato dell’acqua. La protesta era stata annunciata e diffusa nei giorni scorsi sui social Network e gli attivisti si erano dati appuntamento alle 16 e 30 della giornata odierna.

Entrati dall’accesso delle auto – I manifestanti sono riusciti a entrare dall’ingresso riservato alle auto, occupando il cortile e urlando slogan con l’aiuto dei megafoni, ma sono subito intervenuti gli agenti della Guardia di Finanza, preposti alla difesa del Tesoro, che hanno sgomberato l’area spingendo il gruppo verso via XX Settembre dove è continuata la protesta.

Decreto sulle liberalizzazioni – Anche in questo caso si tratta di una contestazione al progetto del Governo sulle liberalizzazioni, comprendente anche la fornitura di acqua potabile, che rischia di opporsi alla volontà espressa democraticamente dal popolo italiano in occasione del referendum, e che potrebbe pericolosamente associarsi a un provvedimento a livello europeo che riguarda appunto l’acqua. L’intenzione del Movimento è quello di chiedere al Governo Monti di desistere dalla sua intenzione che farebbe venire meno il principio democratico della consultazione referendaria.

Marta Lock