Medici di base e 118 scioperano contro la manovra Monti

Medici: a febbraio 4 giorni di sciopero. Medici di base, guardie mediche e 118 in sciopero per quattro giorni contro la manovra Monti. Il 10 e il 13 febbraio saranno i medici di famiglia ad incrociare le braccia, mentre l’11 e il 12 febbraio sarà la volta delle guardie mediche (medici di continuità assistenziale) e dei servizi di emergenza territoriale del 118. I medici di medicina generale della Fimmg hanno infatti proclamato 4 giorni di sciopero per difendere l’autonomia dell’Enpam (ente previdenziale dei medici), minacciata dalle liberalizzazioni che il governo Monti ha in programma si portare a termine. Saranno effettuate solo le prestazioni indispensabili, come le visite domiciliari urgenti e quelle programmate a domicilio di pazienti gravi o anziani.

La Fimmg vuole difendere l’Enpam. “La Fimmg – si legge in una nota del sindacato – con questi primi quattro giorni di sciopero apre una lunga stagione di lotta sindacale, che si protrarrà nei prossimi mesi“. Con la privatizzazione dell’Enpam è previsto che l’ente debba garantire le sue prestazioni agli assistiti senza finanziamenti statali. Il segretario nazionale della Federazione Italiana medici di famiglia, Giacomo Milillo, ha sostenuto che con la privatizzazione del proprio ente di previdenza “i medici in cambio della gestione autonoma hanno rinunciato all’ombrello protettivo dello Stato. Il nostro meccanismo previdenziale è virtuoso e non pesa sulla collettività, garantisce inoltre equità e solidarietà ai propri iscritti e alle loro famiglie in caso di bisogno (morte o invalidità) senza gravare in nessun modo sull’Erario.“.

Adriana Ruggeri