Oscar 2012: Italia fuori dalla corsa. Eliminato ‘Terraferma’ di Crialese

“Terraferma” fuori dagli Oscar – Il sogno di calcare per la prima volta nella sua vita il red carpet del Kodak Theatre di Los Angeles è durato il tempo di un attimo per Emanuele Crialese. Il suo film infatti, “Terraferma”, è stato escluso dalla corsa all’Oscar, non comparendo nella shortlist delle 9 pellicole che si contenderanno i cinque posti disponibili per l’accesso al prestigioso teatro hollywoodiano, sede storica della notte degli Oscar, che vedrà in scena il 26 febbraio prossimo la sua 84esima edizione. “Congratuazioni a chi ce l’ha fatta, io penso al futuro” ha detto il regista, che sta preparando un nuovo film sui bambini di strada ambientato in Brasile.

Il film escluso – Dopo essersi aggiudicata il premio della critica all’ultima Mostra del Cinema di Venezia, la pellicola di Crialese era stata scelta come candidato ufficiale per l’Italia, spuntandola su altre opere come “Habemus Papam” di Nanni Moretti o “Noi credevamo” di Mario Martone.  Ambientato su un’isola siciliana affollata di turisti, racconta l’incontro tra una famiglia di pescatori e una profuga africana scampata al mare insieme a suo figlio.

L’Italia e gli Oscar – È dall’ormai lontano 2006 che l’Italia non arriva in finale al massimo premio cinematografico, dalla nomination andata a “La bestia nel cuore”, per la regia di Cristina Comencini. L’ultima vittoria risale invece al ’98, anno che vide come protagonista indiscusso durante la serata degli Oscar il nostrano Roberto Benigni con la sua pellicola “La vita è bella”. Nel frattempo il nostro cinema non ha mancato di fare bella figura all’estero: basti pensare a “Gomorra” e “Il divo”, entrambi premiati al Festival di Cannes, o al successo internazionale riscosso negli ultimi tempi dal regista Nanni Moretti.

Maria Rosa Tamborrino