Strage Costa Concordia: esclusiva a “Mattino Cinque” ha parlato Roberto Galli

 

Strage Costa Concordia – In esclusiva a “Mattino Cinque” ha parlato Roberto Galli, Comandante della Polizia Municipale dell’Isola del Giglio: “Ho visto il comandante Schettino, alcuni ufficiali e altri membri dell’equipaggio sulla scogliera sulla quale adesso è appoggiata la nave”

Tra i primi soccorritori dei naufraghi –  Oggi, giovedì 19 gennaio 2012, a “Mattino Cinque”, Federica Panicucci ha raccolto  le dichiarazioni esclusive di Roberto Galli, Comandante della Polizia Municipale dell’Isola del Giglio, che è stato tra i primi soccorritori dei naufraghi. Il comandante Galli ha raccontato: “Sono accorso sotto la Costa Concordia quando ancora non c’era nessuno in mare e mi sono subito reso conto della gravità della situazione, perché ho visto delle persone con indosso il giubbotto di salvataggio e, sicuramente, non poteva trattarsi di un’esercitazione.”

 

La scogliera – Una volta prestati i soccorsi ad alcuni naufraghi che si erano messi in salvo su una scogliera, Roberto Galli ha detto di essere tornato sul luogo e di aver trovato là il comandante Schettino ed altri membri dell’equipaggio: “Ho visto il comandante Schettino, alcuni ufficiali e altri membri dell’equipaggio sulla scogliera sulla quale adesso è appoggiata la nave; non posso dire altro perché la cosa è oggetto di indagine da parte della magistratura. La mia impressione è che Schettino non fosse sotto l’effetto dell’alcol.”

Maria Luisa L. Fortuna