Concordia: cacciati dalla scialuppa due turisti tedeschi

La scialuppa è per l’equipaggio – Secondo la testimonianza dei due ragazzi tedeschi, poco dopo il secondo scossone, quando tutti si erano ormai resi conto che non si trattava di un guasto tecnico, si sono infilati i giubbotti salvagente e hanno iniziato a cercare una scialuppa di salvataggio per raggiungere la costa. Giunti sul ponte hanno cercato di salire a bordo di una appena messa in acqua, ma si sono sentiti rispondere che quella era destinata all’equipaggio.

Il racconto al settimanale tedesco Stern – I due ragazzi hanno rilasciato la loro testimonianza al noto settimanale tedesco, lasciando trasparire tutta l’incredulità riguardo quanto vissuto. Nel momento in cui si sono sentiti dare quella risposta, sapendo di non poter perdere tempo perché la nave stava affondando, sono andati a cercare un’altra via di fuga.

Salvati dalla Capitaneria di Porto – I due ragazzi hanno incontrato poco dopo due signore tedesche terrorizzate e hanno cercato di portarle con loro per aiutarle a salvarsi, ma un altro grande scossone seguito da un potente getto d’acqua ha trascinato via le due anziane donne che risultano tuttora disperse, mentre Mathias e Marcel hanno nuotato nel buio della nave allagata, il primo è stato portato a galla da alcuni membri dell’equipaggio, mentre il secondo è riuscito ad arrampicarsi sulla ringhiera e raggiungere il ponte. Entrambi sono stati poi portati in salvo dagli uomini della Capitaneria di Porto.

Marta Lock