Giovanni Allevi ‘laureato dell’anno’ a Macerata

Targa di ‘Laureato dell’anno’ – Questa mattina nell’auditorium San Paolo dell’Università di Macerata, il rettore Luigi Lacchè e la professoressa Daniela Gasparrini, presidentessa dell’Associazione dei laureati dell’Ateneo maceratese, hanno conferito a Giovanni Allevi, famoso musicista marchigiano, la targa di ‘Laureato dell’anno’. L’iniziativa è portata avanti dall’Università di Macerata da circa nove anni, conferendo di anno in anno la targa di ‘Laureato dell’anno’ a personalità di spicco che durante l’intera annata si sono distinti.

Dichiarazioni di Allevi – ”In questo periodo buio – ha detto il famoso pianista e compositore – ci sembra di non avere speranze, ma se sapremo trasformarci in un globulo rosso, se sapremo resistere all’omologazione imperante potremo sicuramente venirne fuori. Dobbiamo seguire i nostri sogni, accettandone i rischi. Portiamo ossigeno a un mondo che non ne ha più. La nostra esistenza si trasformerà un’esperienza che vale la pena di essere vissuta’‘.

I ricordi degli studi – Giovanni Allevi, che all’Università di Macerata si e’ laureato in filosofia nel 1998, ha raccontato ai giovani presenti alla premiazione un aneddoto: ”Quando mi sono iscritto alla facolta’ di filosofia noi giovani universitari abbiamo avuto un primo incontro con i docenti e, alla richiesta se avevamo domande da fare, ho chiesto: ‘Scusi ma cosa e’ la filosofia? E a cosa serve?’. Il docente interpellato mi guardo’ con un sorriso e disse: ‘Non e’ una domanda cui si puo’ rispondere con due parole’. Rimasi a disagio perche’ l’argomento ci toccava tutti. Molto tempo dopo, nel corso di un seminario, l’insegnante di filosofia ci spiego’: ‘Immaginate un sistema circolatorio con migliaia di globuli rossi che circolano nel corpo in un minuto. Pensate ad uno dei globuli rossi che si ferma e dice: ‘Porto ossigeno a tutti gli organi del corpo e ci metto un minuto’. Quello e’ il filosofo!”

Maria Rosa Tamborrino