Dolore cronico per 6 italiani 2u 10, ma la metà non si cura

6 italiani su 10 affetti da dolore cronico. Gli italiani soffrono di dolore cronico, ma non si curano. La sofferenza fisica (infiammazioni, artriti, somatizzazioni nervose) colpisce oltre 6 italiani su 10, ma solo il 47,7% di loro segue un trattamento, che però si rivela inefficace nell’83% dei casi. È quanto emerge da una ricerca svolta su quasi 2mila italiani durante tutto il 2011 dall’Associazione pazienti vivere senza dolore, nel corso della campagna itinerante CU.P.I.DO. – Cura Previeni Il Dolore.

La ricerca. L’origine della sofferenza è di natura non oncologica per il 93,4% del campione e, nel 45,2% dei casi, è dovuta all’artrosi; gli antinfiammatori non steroidei risultano i farmaci analgesici più impiegati ma alleviano i sintomi solo nel 16,9% dei casi. Solo nella metà dei casi i soggetti affetti da dolore si rivolgono a un clinico – di solito il medico di famiglia (57,9%), raramente il terapista del dolore (5,8%) – e reputano non adeguati i farmaci prescritti.

Domina l’ignoranza. La gente non conosce i centri di terapia del dolore e i farmaci adeguati, né i medici a cui rivolgersi. Lo scopo della campagna CU.P.I.DO è quello di far conoscere a tutti le leggi (ad esempio la legge 38 del 2010) relative alle cure palliative.”Non c’è ancora la consapevolezza che il dolore sia una malattia e che come tale vada affrontata – afferma Marta Gentili, presidente dell’associazione. Di solito si pensa che sia una conseguenza di un’altra patologia e si pensa solo a curare quest’ultima“.

Adriana Ruggeri