“Benvenuti al Nord” sbanca tutto: un week-end da record per Bisio e Siani

Numeri da record – Una macchina schiacciasassi. Questa l’immagine giusta per raccontare i primi cinque giorni di programmazione in sala di “Benvenuti al Nord”, distribuito da Medusa Film – che l’ha prodotto in collaborazione con Cattleya – in 800 copie. Cinque giorni di fuoco e fiamme che riscrivono la storia del botteghino italiano. E che polverizzano i record precedenti appartenuti a kolossal come Harry Potter, la saga di Twilight e “Avatar”. Numeri a dir poco impressionanti: 12 milioni e mezzo di euro (12.210.611) incassati nelle prime 120 ore di programmazione con una media per copia di 12.000 euro (11.718) e quasi 2 milioni di spettatori corsi in sala (1.835.574). Dopo gli straordinari incassi di mercoledì e giovedì, l’irresistibile commedia tricolore, firmata da Luca Miniero e interpretata da sue assi della risata come Claudio Bisio e Alessandro Siani, ha realizzato una tre giorni all’insegna di un’escalation mozzafiato. 1,6 milioni di euro incassati nella giornata di venerdì, 3,5 in quella di sabato e infine 4,4 milioni di euro nella giornata di domenica. Vale a dire uno degli incassi giornalieri più alti della storia del nostro cinema. Per un weekend a dir poco da manuale che ha portato al film altri 10 milioni di euro (9.853.057), trasformandolo già nel quinto incasso più alto della stagione.

Secondo solo a Zalone – Dopo il record ormai leggendario segnato dal Zalone di “Che bella giornata” nei primi cinque giorni di programmazione (18 milioni di euro), quello di “Benvenuti al Nord” è l’incasso più alto mai raggiunto da un film in Italia nel weekend lungo (mercoledì-domenica). Un dato epocale che vede dunque Medusa occupare i primi due posti in classifica. Salta all’occhio, infatti, anche l’ottima tenuta di “Immaturi-Il viaggio” che incassa altri 892mila euro (892.213), arrivando a un totale provvisorio di 11 milioni di euro (10.716.172) e quella de “La talpa” che riconferma il consenso unanime raccolto fra il pubblico, giungendo a 2 milioni di euro (2.081.869).

R. D. B.