Blackberry, si dimettono i 2 co-amministratori delegati di Rim

Hanno ceduto alle pressioni degli investitori. I due co-amministratori delegati della canadese Research In Motion Mike Lazaridis e Jim Balsillie alla fine hanno gettato la spugna e si sono dimessi, lasciando l’incarico a un dirigente interno, mentre la Rim, l’azienda produttrice del BlackBerry, continua la sua lotta per la sopravvivenza contro i colossi Apple e Google. Il nuovo Ceo è Thorsten Heins, ex Siemens e in Rim dal 2007.

La sostituzione. Thorsten Heins, ex executivo di Siemens, è entrato in Rim nel 2007 e da allora ne ha fatta di strada nella nota azienda produttrice del Blackbarry, fino alla nomina di Ad di sabato sera, anche se l’annuncio dell’azienda è giunto solo ieri sera. Con l’avvicendamento al vertice Research In Motion (Rim), ai minimi da 8 mesi, ottiene così due risultati: da un lato, smentisce le voci circa una sua messa in vendita a seguito delle continue battaglie commerciali perse con i concorrenti Google e Apple e, dall’altro, cede alle critiche degli investitori che hanno indicato nella dominante presenza della storica coppia di Ad una delle ragioni della difficoltà a vendere. Gli investitori più attivi, infatti, hanno chiesto un cambio di leadership per rivitalizzare la linea dei prodotti Rim e ad Heins toccherà ora guidare la tanto attesa trasformazione. Balsillie e Lazaridis, dal canto loro, hanno anche rinunciato al ruolo condiviso di presidente del consiglio di amministrazione di Rim, ruolo in cui subentra Barbara Stymiest.

M.N.