Costa Crociere offre sconti del 30% ai sopravvissuti al naufragio

Sconti per i sopravvissuti – Scoppia la polemica contro la società Costa Crociere che ha deciso di offrire uno sconto del 30% ai sopravvissuti del naufragio della nave Costa Concordia per le future crociere. A riportare la notizia è stato il sito del quotidiano britannico Daily Telegraph ed è stata subito bufera. Come riporta il Telegraph, un portavoce di Costa Crociere ha detto: “La compagnia sta facendo ogni cosa per i passeggeri coinvolti nell’incidente. La compagnia non solo rimborserà tutti, ma offrirà uno sconto del 30% su future crociere a chi vorrà restarci fedele”. Un passeggero britannico, Brian Page, 63 anni, un ragioniere in pensione di Southampton, scampato alla tragedia dell’Isola del Giglio salendo su una scialuppa, ha definito l’offerta proposta dalla società un “vero insulto”, dichiarando al Telegraph: ”Quella della compagnia di crociere è un’offerta ridicola e insultante – ha detto riferendosi allo sconto del 30% -. Sono molto arrabbiato e deluso da loro’‘.

Richiesta di risarcimento – Intanto i superstiti al naufragio della Costa Concordia si stanno organizzando per fare causa sia alla Carnival, il gruppo americano proprietario di Costa Crociere, sia alla stessa Costa Crociere. Per ora solo un centinaio di passeggeri hanno aderito a una class action, chiedendo risarcimenti che arrivano a toccare, per ora, un milione di sterline. Si stima un risarcimento di almeno 125 mila euro a passeggero, ma si tratta di una cifra indicativa visto che dovrebbero poi essere valutati i singoli casi e, nelle situazioni più gravi, si potrebbe addirittura arrivare fino ad un risarcimento pari ad un milione di euro.

Maria Rosa Tamborrino