Crisi, Ue: Germania ribadisce posizione contraria ad aumento Esm

Il governo tedesco non crede che la dimensione dell’Esm, il fondo di salvataggio permanente d’Europa, debba essere raddoppiata. A riferirlo il portavoce della cancelliera Angela Merkel, Steffen Seibert, in risposta a insistenti voci che vorrebbero anche la Locomotiva tedesca tra i Paesi orientati su tale strada. Nel fine settimana, ricordiamolo, il giornale tedesco Der Spiegel riferiva che il presidente del consiglio dei ministri italiano, Mario Monti, vorrebbe che la dotazione dell’Esm venisse raddoppiata a 1.000 miliardi di euro.

L’Esm al più presto. Seibert ha anche detto che il governo tedesco è pronto a discutere di ciò che i partner europei porteranno al tavolo. La cancelliera Angela Merkel, dal canto suo, stamane ha aggiunto che non è il momento di discutere sull’incremento dei fondi di salvataggio e che la priorità è ora quella di garantire l’efficacia del fondo attuale e la rapida introduzione del suo sostituto permanente, l’Esm. Christine Lagarde, direttore generale del Fondo monetario internazionale, in visita questa mattina al ministero degli Affari esteri tedesco, ha invece parlato della necessità di incrementare il finanziamento dell’Esm. La Lagarde ha anche insistito sulla necessità di meccanismi di salvaguardia per il rischio insolvenza dei Paesi in sofferenza per la crisi del debito sovrano, da adottarsi al più presto su scala europea.

M.N.