Grande Fratello 12 anticipazioni: questa sera in diretta il provvedimento per la bestemmia di Daniel

E’ sicuramente tra i motivi maggiori di attesa per la diretta di questa sera del Grande Fratello: il provvedimento che verrà preso nei confronti del concorrente Daniel Mkongo che ha bestemmiato. L’audio è chiaro e per quanto la produzione del Grande Fratello si sia presa del tempo per visionare i relativi filmati, non dovrebbe esserci dubbio alcuno sulla squalifica in diretta del gieffino che nella Casa è arrivato solo da due settimane.

Sul sito ufficiale del Grande Fratello, nel comunicato consueto delle anticipazioni si legge: La produzione di Grande Fratello sta prendendo visione dei filmati relativi ad un episodio, che si è verificato nelle scorse ore, in cui uno dei concorrenti avrebbe pronunciato espressioni gravemente offensive per la sensibilità del pubblico. La produzione inoltre sta valutando la possibilità di squalificare e allontanare dal gioco il concorrente.

E se non sorge dubbio sulla squalifica dal gioco del concorrente colpevole di aver violato il regolamento, cosa che se non avvenisse allontanerebbe ancor di più il pubblico dal reality, una perplessità c’è circa le conseguenze sugli altri concorrenti di tale violazione.

Durante la preparazione alla dodicesima edizione del Grande Fratello, alla luce degli episodi di bestemmia avvenuti nella precedente, fu reso noto che il nuovo regolamento prevede, in caso di bestemmia, una decurtazione del montepremi finale e tale decurtazione era stata annunciata di 50.000 euro.

Ora, a sorpresa, nel comunicato diffuso circa l’episodio di Daniel, si legge: Come già annunciato, la squalifica potrebbe avere come conseguenza una sanzione prevista dal regolamento, una decurtazione del montepremi finale: “in tali situazioni, – si legge nel regolamento – la produzione Endemol Italia s.p.a. ha la facoltà di applicare una penale a danno del concorrente e comunque di decurtare la cifra di diecimila euro dal montepremi finale”, e non cinquantamila euro, come erroneamente riportato da alcuni organi di informazione.

Non si capisce perché gli organi di informazione non siano stati corretti quando hanno divulgato la notizia del nuovo regolamento…

Forse questa sera capiremo meglio.