Strage di francesi: risposta ai Marines che urinano sui cadaveri

Strage di talebani – Nella base afgana di Kapisa sono stati uccisi quattro soldati francesi e altri dodici sono rimasti feriti. Il motivo dell’attentato è emerso durante l’interrogatorio del soldato afghano che ha causato la strage. Questo avrebbe infatti affrmato che si  trattava di un’azione vendicativa in risposta al filmato che riprendeva dei Marines mentre urinavano sui cadaveri di guerriglieri talebani appena uccisi.

Vendetta confermata dai talebani – Una vera e propria azione vendicativa mirata ed organizzata. La tesi del soldato afghano è stata poi confermata dai talebani che hanno ammesso di aver reclutato l’uomo proprio per uccidere i soldati francesi e vendicarsi così dell’offesa subita. “L’Emirato islamico in Afghanistan ha reclutato gente in posizioni importanti, alcuni di loro hanno già eseguito la loro missione”, ha riferito il portavoce dei talebani Zabihullah Mujahid.

Odio contro l’occidente – Il terribile video dei Marines che urinano su cadaveri ha aumentato l’odio dei talebani verso le truppe straniere e ha facilitato il reclutamento di soldati pronti a combattere contro il nemico occidentale. Numerosi sono stati inoltre i casi di infiltrari nella polizia e nell’esercito afghani.

Michela Santini