ThyssenKrupp: soluzione finlandese per Inoxum

ThyssenKrupp potrebbe optare per una soluzione finlandese per Inoxum, la divisione del gruppo specializzata nella produzione di acciaio inox. Il gruppo tedesco ha infatti confermato le indiscrezioni del quotidiano Rheinische Post sulla possibile fusione di Inoxum con la concorrente finlandese Outokumpu, sulla cui base ThyssenKrupp manterrà quasi certamente una partecipazione di minoranza nella nuova società, che avrà 18 mila dipendenti e un fatturato annuo di oltre 10 miliardi di euro.

Confermate le trattative. ThyssenKrupp ha confermato dunque di essere in trattative con Outokumpu per Inoxum, ma allo stesso tempo ha voluto sottolineare che il futuro della divisione acciaio inox rimane aperto a diverse opzioni, comprese la quotazione, lo scorporo o la vendita a un altro investitore. “Riteniamo opportuno mantenere aperte tutte e 3 le opzioni”, ha dichiarato il colosso siderurgico tedesco. Anche Outokumpu ha confermato le trattative preliminari con la società tedesca, facendo presente come al momento le discussioni vertano sulla valutazione delle “potenziali opzioni strategiche, inclusa la possibile combinazione con Inoxum”. “Le discussioni sono in corso”, ha evidenziato la società finlandese, ricordando come non vi sia “alcuna certezza” sul loro esito.

Revisione strategica. Thyssenkrupp aveva deciso di avviare una revisione strategica della sua divisione lo scorso maggio annunciando l’intenzione di scorporare Inoxum dal gruppo nell’arco di 12-18 mesi. “L’indipendenza di Inoxum è un elemento cruciale del concetto generale di sviluppo strategico di ThyssenKrupp” per la competitività e la sostenibilità, ha dichiarato la società.

M.N.