Autotrasportatore investito e ucciso durante la manifestazione

Travolto all’alba – Uno degli autotrasportatori partecipante alla manifestazione della categoria, che va avanti ormai da più di una settimana, è stato investito all’alba di questa mattina da un Tir tedesco guidato da una donna di 52 anni. L’uomo, Massimo Crepaldi di 46 anni, si trovava sulla statale A10 nelle vicinanze di Asti.

Omicidio colposo – La donna, che non partecipava alla manifestazione, avrebbe investito Crepaldi in modo del tutto accidentale, ma è stata comunque prelevata e portata in centrale con l’accusa di omicidio colposo. Il procuratore della Repubblica di Asti l’ha interrogata per quasi due ore nel tentativo di ricostruire la dinamica esatta dell’incidente.

Ritardi nella consegna merci – Nella giornata di oggi si sono registrati grandi disagi alla viabilità, anche se la situazione sembra essere in via di miglioramento, ma i problemi maggiori si riscontrano nel ritardo nell’arrivo delle merci e i danni che stanno subendo alcuni stabilimenti a causa della mancata consegna dei materiali. Fiat Auto oggi è stata costretta a tenere chiusi alcuni stabilimenti per la mancanza di componenti fondamentali per le catene produttive. Intanto il presidente dell’Autorità garante degli scioperi ha annunciato pesanti sanzioni che potrebbero colpire anche le aziende a causa dello sciopero selvaggio in atto ormai da tanti giorni, sul quale si è pronunciata in maniera negativa anche Susanna Camusso, segretario generale della Cgil.

Marta Lock