Costa Concordia: la moglie di Schettino difende il marito

Moglie Schettino difende marito – Mentre continuano le ricerche dei dispersi e la rimozione del carburante della Concordia, dopo giorni di silenzio a parlare è Fabiola Russo, la moglie del comandante Schettino che subito prende le difese del marito: Mio marito non è un mostro, è stato sempre un punto di riferimento per i suoi equipaggi”. La dichiarazione della signora Russo è stata raccolta dal settimanale Oggi, dove la donna ha dichiarato: “Sono la moglie di un marinaio, sono abituata a farcela da sola. Affronto le situazioni e le risolvo. Questa è una gogna, una caccia al colpevole. Mio marito è stato trasformato in un caso mediatico mondiale senza precedenti. Lui ama le navi, le conosce a fondo, non ha mai smesso di studiarle, di volerne conoscere limiti e comportamenti. Non si è mai limitato a timonarle. Per questo per i suoi equipaggi è sempre stato un punto di riferimento, un maestro. È deciso, fermo e lucido, analizza le situazioni, le comprende e le sa gestire”.

Dichiarazioni Fabiola Russo – Proseguendo nel suo sfogo sul settimanale Oggi, Fabiola Russo ha poi proseguito: “Francesco a volte sembra spavaldo perché è una spanna sopra all’interlocutore, che spesso mette a tacere”. Sulle accuse rivolte al marito in merito al fatto che Schettino non avesse la preparazione necessaria per comandare la Costa Concordia, aggiunge: “Non era capitato al timone in gita… Sa il fatto suo, ma anche a chi sa il fatto suo può capitare di sbagliare, se ha sbagliato”. Poi la moglie se la prende anche con la stampa che a suo dire ha avuto scarso riguardo nei confronti della loro figlia di 17 anni: “Nei suoi confronti nessuno si è fatto scrupoli. Nessuno, prima di dare giudizi, ha pensato che lei avrebbe avuto accesso a televisione, giornali, social network. È un’adolescente. Alla sua età anche quando va tutto bene ci sono mille difficoltà, impossibile aspettarsi da lei la forza per sopportare tutto questo”.

D.M.