“Uomini e Donne”: lo sfogo di Giuseppe Turrà contro la scelta di Giorgia

La parabola discendente di Giuseppe – Da corteggiatore corteggiato a corteggiatore eliminato. Tutt’altro che lineare è stato il percorso di Giuseppe Turrà in questa stagione di Uomini e Donne: partito come corteggiatore di Giorgia Lucini e di Chiara Sammartino, alla fine deo 2011 Turrà si è ritrovato escluso dalla trasmissione a causa del suo comportamento altalenante. Giorgia aveva un bel debole per lui, ma lui era interessato (almeno fisicamente) a Chiara, la quale poco dopo ha lasciato il trono per godersi la storia con la sua scelta, il corteggiatore Gabrio Gamma. Quello è stato il momento del ritorno da Giorgia (su invito della stessa): ma Giuseppe non ha mai convinto nessuno, né pubblico, né opinionisti né Giorgia stessa, che alla fine lo ha eliminato, preferendogli, com’è noto, Manfredi Ferlicchia. Ma Giuseppe, dopo aver avuto le mani piene ed essersi poi ritrovato a mani vuote, non ci sta ad uscire di scena così e al blog di Isa e Chia è intervenuto sulla scelta di Giorgia. Con parole critiche, ovviamente.

Le critiche di Giuseppe – La scelta di Giorgia nei confronti di Manfredi non sarebbe stata dettata da vere ragioni di cuore, secondo Giuseppe, ma da una reazione di orgoglio, per “salvare la faccia” dopo la figuraccia fatta con lui. Di più, secondo l’ex-corteggiatore Giorgia non sarebbe mai stata interessata ai corteggiatori, ma solo a restare seduta sul trono rosa. E le preferenze di Giuseppe, comunque, continuano ad andare in direzione di Chiara, per cui esteticamente ha ancora un debole non indifferente. La cosa, tra l’altro, sembra un segnale chiaro, visto che in circolazione ci sono diverse voci di una rottura di Chiara con Gabrio. E d’altro canto, Giuseppe già pregusta un ritorno in studio, visto che molti lo danno per favorito per la corsa al prossimo trono blu. Ma per questo, probabilmente, gli toccherà aspettare. E non poco.
R. D. B.