Laura Pausini confessa: “Non mi fido, tengo sotto controllo il mio fidanzato”

Amore, non solo fiducia – “L’amore non è solo fidarsi. Preferisco avere sempre un occhietto all’erta”, parola di Laura Pausini. La cantante – che di canzoni d’amore ne ha scritte un bel po’ – sembra davvero saperla lunga la canzone in fatto di rapporti sentimentali, e la sua versione è chiara: fidarsi è bene, non fidarsi è meglio. “Non mi fido mica io. Paolo (Carta, il suo fidanzato, ndr) lo sa – ha aggiunto la cantante, nel corso di un’intervista al settimanale A -. Controllo tutto, le sue e-mail, il suo telefono”. Ma se l’amore con l’amore si paga, per equità anche quel pizzico di diffidenza si paga con un po’ di trasparenza reciproca: “Però lo può fare anche lui, gli mostro il telefono, non ho segreti“, ha concluso la cantante, che al momento è impegnata in Sud America con il suo tour mondiale.

Un ottimo rapporto tra sorelle – Nel corso della stessa intervista, la cantante ha inoltre detto la sua riguardo ai controlli a tappeto che il fisco sta facendo sui vip nostrani (argomento su cui, nei giorni scorsi, è intervenuto anche Vasco Rossi). “Mi fido di mia sorella Silvia – ha chiarito la cantante – e sono contenta che la Guardia di Finanza, dopo aver controllato la mia situazione, mi abbia detto che sono in regola“. Il riferimento alla sorella Silvia non è casuale: la ragazza infatti è da dieci anni l’amministratrice dell’impero economico collegato alla Pausini. Come se non bastasse, anche lei è una cantante, ed è stata ospite dell’ultimo album della Pausini, Inedito, dove ha interpretato accanto alla sorella il brano Nel primo sguardo. Testimonianza palese di un rapporto idilliaco tra le due Pausini. Solo una cosa Laura confessa di invidiare alla sorella: il suo metabolismo. “Mangia come me – ha aggiunto la cantante – ma io sono due volte lei”.

R. D. B.