Oscar 2012: la soddisfazione di Medusa per l’exploit di Woody Allen

Medusa e i riconoscimenti ad Allen – Uno grande riconoscimento. All’indomani delle nomination agli Oscar la Medusa riflette sull’importanza che l’Academy ha voluto dare ad alcuni dei film da lei distribuiti in Italia. Su tutti Midnight in Paris, valutato unanimemente come uno dei capolavori assoluti di Woody Allen. Il film è stato infatti candidato a ben 4 premi Oscar: miglior film, miglior regia, migliore sceneggiatura originale e miglior scenografia. Per Allen un gran ritorno di fiamma agli Oscar. Era infatti dal 2006 (l’anno di Match Point) che un suo film non riceveva la candidatura alla migliore sceneggiatura originale. E addirittura dal 1995 (Pallottole su Broadway) che Allen non veniva candidato alla miglior regia, categoria nella quale aveva vinto la statuetta con Io e Annie nel 1978 insieme con altri tre Oscar, miglior film, migliore sceneggiatura originale e migliore attrice, venendo consacrato tra i grandi del cinema americano.

Gli apprezzamenti di Tarantino – Quattro nomination pesanti, dunque, per un film che è stato il maggior successo di pubblico del grande regista negli Stati Uniti e – insieme a  Match Point – anche in Italia (distribuzione Medusa per entrambi), dove ha raggiunto quasi 9 milioni di euro, diventando uno dei più grandi successi della stagione. Tra l’altro Midnight in Paris è risultato anche uno dei film del 2011 preferiti da Quentin Tarantino nella sua famosa Top List del suo sito “Archives” (e riportata per prima in Italia da Newnotizie) davanti a Rise of the Planet of the Apes e a Moneyball.

 

Anche La Talpa in corsa – Ottime notizie infine anche per La Talpa, lo spy-movie malinconico e avvincente, tratto dal romanzo di John Le Carré, che sta conquistando grandi consensi anche in Italia. Il film di Tomas Alfredson ha infatti guadagnato ben tre nomination: migliore attore protagonista (Gary Oldman), migliore sceneggiatura non originale e infine miglior colonna sonora, firmata da Alberto Iglesias.

R. D. B.